“Il senso della bellezza. Arte e Scienza al CERN” di Valerio Jalongo

“Il senso della bellezza. Arte e Scienza al CERN” di Valerio Jalongo

Martedì 21 novembre, unico spettacolo alle 21.00 presso il Cinema Astra di Modena

SHARE:

Arriva a Modena il film evento “Il senso della bellezza. Arte e Scienza al CERN” di Valerio Jalongo. In uscita nazionale 21 e 22 Novembre, il film documentario avrà una speciale proiezione nella Sala Turchese del Cinema Astra martedì 21 Novembre alle 21,00. Il film, prodotto tra Svizzera e Italia, racconta un momento particolare del CERN, a sessant’anni dalla sua nascita. È infatti l’inizio di un nuovo eccezionale esperimento con l’LHC – il Large Hadron Collider. La più grande macchina mai costruita dall’uomo alla ricerca di ciò che ha dato origine al nostro Universo.

1491221317322

Secondo il regista, Valerio Jalongo

La Fisica moderna ha distrutto le ultime certezze che venivano dalla nostra esperienza del mondo, ma non ha trovato una spiegazione altrettanto certa e definitiva. La scienza non cerca verità assolute, è sempre in cammino, sospinta solo dal dubbio e dall’ansia di conoscere. “Da dove veniamo? Che cosa siamo? Dove andiamo?” è uno dei quadri più belli di Paul Gauguin, e queste grandi domande di solito le associamo alla filosofia, alla religione, all’arte… non certo alle scienze esatte. È invece questa la matrice profondamente umana che rintracciamo nella Fisica e in particolare nelle ricerche del CERN.

Mentre il nuovo esperimento del CERN procede nella sua esplorazione della misteriosa energia che anima l’universo, scienziati e artisti ci guidano verso quella linea d’ombra in cui scienza e arte, in modi diversi, inseguono verità e bellezza. Tra queste donne e questi uomini alcuni credono in dio, altri credono solo negli esperimenti e nel dubbio. Ma nella loro ricerca della verità, tutti loro sono in ascolto di un elusivo sesto, o settimo, senso… il senso della bellezza!

Il-Senso-della-Bellezza-Arte-e-scienza-al-CERN

Alla proiezione seguirà un momento di dibattito con il Professor Andrea Bizzetti del Dipartimento di Scienze Fisiche, Informatiche e Matematiche che sarà a disposizione del pubblico per rispondere a domande e curiosità sui tempi del film.

COMMENTI