Nasce la Scuola Archivio Leonardi.

Nasce la Scuola Archivio Leonardi.

Dal 12 al 18 maggio, una settimana per scoprire la scuola indipendente ispirata al lavoro e al metodo dell’architetto modenese

SHARE:

Dal 12 al 18 maggio a OvestLab, nel Villaggio Artigiano Modena Ovest, e in altri luoghi della città si alterneranno laboratori, performance, incontri, visite guidate come anteprima delle attività della nuova Scuola che aprirà il prossimo ottobre.

La Scuola Archivio Leonardi è una scuola indipendente ispirata al lavoro e al metodo dell’architetto Cesare Leonardi. Ha sede a OvestLab, ex officina recuperata nel Villaggio Artigiano Modena Ovest, primo esempio di villaggio artigiano in Italia. Rivolta ogni anno a 20 giovani progettisti italiani e stranieri, mette al centro la pratica artigianale intesa come modus operandi con cui comprendere la realtà e trasformarla, contribuendo a uno sviluppo coerente della società e degli individui.

Il progetto, ideato da Archivio Leonardi e Amigdala, è possibile grazie al sostegno di Culturability –Fondazione Unipolis, del MIBACT – Ministero per i Beni e le attività culturali, del Comune di Modena e vede come partner Fondazione de Mitri, Ordine Architetti di Modena, CivicWise, Slow/d.

 

L’Open Week della Scuola si aprirà domenica 12 maggio, giornata realizzata in collaborazione con Periferico festival, e alle 17 a OvestLab, in via Nicolò Biondo 86, sarà presentato ufficialmente il progetto della Scuola alla presenza degli architetti Andrea Cavani, Giulio Orsini e Veronica Bastai di Archivio Architetto Cesare Leonardi e di Silvia Sitton e Federica Rocchi di Amigdala.

Sono previsti altri appuntamenti durante la giornata, muovendosi tra la Fondazione de Mitri, OvestLab e il giardino della casa-studio Leonardi.
Per maggiori approfondimenti, vi rimandiamo all’evento Facebook dell’Open Week e alla pagina dedicata sul sito web dell’Archivio dove è possibile scaricare il programma completo in PDF.

 

Durante la settimana vengono inoltre proposte diverse le attività laboratoriali e visite guidate aperte al pubblico su prenotazione.

I 3 workshop “CARPINUS BETULUS 16×3 propongono la reinterpretazione dell’opera fotografica Carpinus betulus (C. Leonardi, 1962-63) attraverso la tecnica del disegno.
I partecipanti avranno la possibilità di riflettere sul metodo progettuale di Leonardi e sperimentare varie tecniche di rappresentazione guidati da professionisti nel campo dell’illustrazione: Marino Neri, fumettista e illustratore (12 maggio 10:00/13:00), Filippo Partesotti, architetto visual designer (12 maggio 14:00/17:00) e Sara Garagnani, art director e illustratrice (sabato 18 maggio 14:00/17:00).

 

Il workshop di fotografia (18 maggio 10:00/13:00) introdurrà i partecipanti alla tecnica “cyanotype” sotto la guida di Paola Leonardi, docente di fotografia presso la London Metropolitan University. Sempre sabato 18 maggio, l’architetto Francesco Fantoni eseguirà una dimostrazione pratica di microcarpenteria, reinterpretando in scala ridotta il sistema costruttivo dei “Solidi” di Cesare Leonardi.

Per quanto riguarda le visite guidate, il primo appuntamento è domenica 12 maggio alle 10:00 presso la Fondazione de Mitri, in via Sadoleto 12, dove è stata allestita l’esposizione “Cesare Leonardi. Un ripasso”.

Si prosegue lunedì 13 maggio alle 17:00 a Casa Mescoli-Goich, abitazione progettata da Cesare Leonardi tra il 1984 e il 1993.
Mercoledì 15 maggio alle 17:30 l’Orto Botanico offre un itinerario alla scoperta degli alberi, illustrati a partire dai disegni del famoso libro “L’Architettura degli Alberi” (C. Leonardi, F. Stagi, 1982 – ve ne abbiamo parlato anche qui su MoCu).
Venerdì 17 maggio, sempre spazi della Fondazione de Mitri, “Raccontami un oggetto, un percorso notturno tra le opere di Cesare Leonardi, raccontate da amici, committenti e collaboratori.

 

Non mancano attività per le scuole. Grazie alla collaborazione con l’Istituto comprensivo 6, gli alunni delle scuole elementari e medie saranno impegnati nei laboratori di disegno dal vero degli alberi di Parco Amendola guidati dell’architetto Giuseppe Ponz de Leon, mentre agli studenti delle scuole superiori sono riservate visite guidate alla mostra “Cesare Leonardi. Un ripasso.

 

L’incontro principale si terrà sabato 18 maggio, alle 18:00 a Ovestlab.
Ospite atteso: Stefano Mancuso, neurobiologo vegetale di fama internazionale, curatore de “La Nazione della Piante”. In dialogo con l’editor Beppe Cottafavi, metterà in discussione aspetti radicati nella nostra cultura ‘antropocentrica’, fornendo una lettura del Pianeta Terra vicina alle idee di Cesare Leonardi e Franca Stagi a sostegno di equilibrio tra uomo e natura espresse nel volume “L’Architettura degli Alberi”.

 

La rassegna si concluderà presso la Galleria Antonio Verolino, in via Farini 70 – angolo piazza Roma, dove sarà allestita l’esposizione “Alberi e Solidi” con opere di Cesare Leonardi, Giacomo Cossio e dei partecipanti ai workshop. Inaugurazione alle 20:00 in occasione della “Notte Bianca”.

 

Durante tutta la settimana a OvestLab sarà possibile vedere il video documentario su Cesare Leonardi “L’Architettura della Vita” e l’installazione vegetale CONTRONATURA di Giacomo Cossio. Inoltre saranno allestiti un bookshop e un infopoint per avere informazioni sulle modalità di iscrizione e sul programma della Scuola.

 

RICAPITOLANDO
Cosa: Open Week Scuola Archivio Leonardi
Quando: dal 12 al 18 maggio 2019
Dove: OvestLab – Villaggio Artigiano Modena Ovest – via Nicolò Biondo 86 – Modena

COMMENTS