Coma Cose, il cantautorato urbano presobene

Coma Cose, il cantautorato urbano presobene

Coma Cose è un progetto del 2016 composto da Fausto Lama, sulla scena musicale da diverso tempo nei panni di Edipo, e Francesca, alias dj California.

SHARE:

Hip-Hop italiano corredato da un estetica video-fotografica che fa l’occhiolino agli anni ’90.

Il nome è un sarcastico riferimento ad uno stato mentale che ricorda il momento storico-sociale in cui viviamo, ma senza esser troppo pesanti; Il duo si limita a suggerirci che forse dobbiamo un po’ ripigliarci, richiamando la metafora del coma post-serata, l’hangover.

Raccontano istantanee di vita di tutti i giorni attraverso una poetica di strada che va da una piada rucola e stracchino alla bellezza del capirsi con una da 66.

I Coma Cose ci regalano figure retoriche tangibili come l’autunno come ideale o i 501 rotti sui ginocchi, giocano con le parole ricordandoci che abbiamo ancora bisogno di ascoltare Battisti, mostrandosi come una delle band italiane più significative del panorama attuale.

Coma Cose live @ Vidia - fotografia di Andrea Nocetti

Coma Cose live @ Vidia – fotografia di Andrea Nocetti

Stasera all’Arena sul Lago della Festa de l’Unità, qui a Modena, finalmente i Coma Cose.

Dico finalmente perché è dal 14 Aprile al Vidia di Cesena che aspetto di poterli risentire, magari nella mia città: i ragazzi riescono a lasciarti in uno stato da post-concerto prolungato.

Della serata al Vidia ricordo che nemmeno la lunga attesa con una band di apertura davvero discutibile è riuscita a smorzare l’entusiasmo di un pubblico sui generis di ” pochi ma buoni” che dall’inizio alla fine ha cantato e ballato le canzoni.
Finiti gli otto pezzi Francesca si gira verso Fausto per poi volgere lo sguardo nuovamente al pubblico e pronunciare con lieve decisione: “I pezzi sono sol questi ma promettiamo che ne faremo altri”

Coma Cose live @ Vidia - fotografia di Andrea Nocetti

Coma Cose live @ Vidia – fotografia di Andrea Nocetti

Ne siamo certi, a questo duo la musica verrà fuori da sola perché i loro racconti vengon spontanei come tirar giù il finestrino quando fuori l’aria è leggera.

Noi di Mo.Cu vi auguriamo (e in molti ci auguriamo) un buon concerto e… beh, anche un buon post-concerto!

L’inizio del concerto è previsto per le 21.30
Dalle ore 18.30 un bus navetta trasporterà gratuitamente i visitatori alla Festa de l’Unità; g
li orari dettagliati saranno visibili sulle tabelle esposte nei punti fermata.

Andata e ritorno da e per via Emilia Ovest (civico 336 – di fronte al parcheggio scambiatore di Parco Ferrari)

COMMENTI