Al via la terza edizione di Ore d’aria Festival

Al via la terza edizione di Ore d’aria Festival

Da venerdì 16 marzo a domenica 18 presso La Tenda di Modena

SHARE:

Al via questa sera, venerdì 16 marzo, presso La Tenda in viale Monte Kosica a Modena, la terza edizione di Ore d’aria Festival, realizzato da Ore d’aria in collaborazione con Centro Musica e Modenadanza

VENERDÌ 16 MARZO
Alle ore 20 si parte con la presentazione della mostra SCRIPTA VOLANT a cura di Davide Montorsi. Un’esposizione, che durerà per tutta la durata del festival, dei disegni originali realizzati per le cartoline de La Tenda e musicplus.it del Centro Musica.

Alle  21.30 il festival prosegue con la tappa del tour Tornano Sempre di Angela Baraldi
Dopo sette dischi (di cui due realizzati con Massimo Zamboni) e un’incubazione di cinque anni, è uscito il nuovo straordinario disco di Angela Baraldi, dal titolo “Tornano sempre”. Un’idea nata dall’incontro della Baraldi con Giorgio Canali (qui produttore del disco) e Stewie Dal Col.
Nel disco, Vittoria Burattini, batterista di Massimo Volume, Vincenzo Vasi, Riccardo Da Col, Emanuele Reverberi e Gianni Maroccolo.
Il disco sarà presentato in una chiave acustica, una lettura più intima e stretta, più viscerale e vicina, anche in termini prettamente fisici, al pubblico.


SABATO 17 MARZO
Alle ore 20 la performance finale Urban Lab Rabbia – Maestra collera
Esibizione degli allievi dei laboratori condotti da Elisa Balugani, Gaia Davolio e Enrico Pasini

Dalle 21.30 Che resti tra noi
Un microfono, uno sgabello e… qualcosa da dire.
Sono pochi gli ingredienti che occorrono per creare una serata di stand-up comedy. Letizia Bravi, Marco Di Giorgio e Marianna Folli danno voce ai testi di Claudio Fois (autore, tra gli altri, per Maurizio Crozza, Serena Dandini e Mago Forest) per affrontare argomenti quanto mai scottanti e scivolosi in una veste spiccatamente irriverente. Una carrellata di monologhi sottilmente ironici che spaziano dai temi più ricorrenti a quelli più particolari, dall’influenza dei media sulla gestione del nostro corpo al testamento biologico, dai “veleni” che tutti i giorni assumiamo ai poteri forti.
Il tutto sempre con un sorriso sulle labbra. Perché la prima regola della stand-up comedy è che si può e si deve ridere di tutto. E allora… chi è di scena!?

 

DOMENICA 18 MARZO
Alle ore 21 tappa del tour Il lupo cattivo di Lucio Leoni
Si tratta del terzo album per uno dei pochi artisti, in Italia, capaci di portare in canzone i monologhi viscerali tipici del teatro interiore, strutture rap e impeti punk, pur mantenendo un forte legame con la tradizione cantautorale italiana. Brillante e provocatorio, Lucio Leoni usa l’espediente del Lupo Cattivo per parlare di emozioni universali e concetti senza tempo, per costruire una sorta di “saggio sull’esistenza” che non porti con sé una data di scadenza.
Significati e significanti si mescolano in costruzioni logiche o illogiche, per farsi dialogo interiore o racconto. Dieci brani originali e un’inedita rielaborazione di una canzone di Luigi Tenco, “Io sono uno”: Leoni le ha dato nuova veste, arricchendola con le parole, sempre di Tenco, estratte da un intervento del 1966 al “Beat 72” sulla canzone di protesta.

 

Per info sulle serate oredariassociazione@gmail.com

COMMENTI