outnfun.com

outnfun.com

La piattaforma che ti permette di prenotare online le migliori attività outdoor in tutta Italia

SHARE:

Stai cercando un professionista dell’outdoor per poter praticare la tua attività preferita in sicurezza, e divertirti in qualsiasi angolo d’Italia?!
Che tu sia da solo o con amici, pro o amatore, la tua ricerca è finita… La risposta è OutnFun!

Questo è quello che si legge nelle informazioni della pagina Facebook di OutnFun, la piattaforma che permette di prenotare online attività outdoor in tutta Italia. Ma perché ve ne parliamo su Mo.Cu.? Perché questa realtà è una nuova figlia della creatività modenese!
Ho avuto il piacere di scambiare qualche chiacchiera con David Gambuli, amico di vecchia data che per caso ho rivisto in centro a Modena qualche tempo fa… Tra i consueti “come va? come non va?” è sbucato questo progetto che mi ha lasciato letteralmente a bocca aperta. Il loro sito web era ancora in fase di costruzione e così abbiamo aspettato un po’ prima di parlarvi di questa realtà che finalmente ha visto la luce!

 

Chi sono i padri di OutnFun e come vi è venuta questa idea?

Siamo un gruppo di 4 amici, (David, Fabio, Mattia, e Raffaele) alcuni di vecchia data, ed altri più recenti, che hanno deciso di unire le forze per lanciare insieme un progetto. Un po’ per mettersi alla prova nella costituzione di un’impresa e un po’ per poter lavorare su qualcosa che ci piacesse e che incontrasse le nostre passioni.

 

Concretamente, che cos’è OutnFun?

Outnfun.com è un portale per cercare, prenotare, e (a partire da fine estate) pagare online escursioni, corsi, e attività del mondo outdoor, offerte da professionisti abilitati (guide alpine, accompagnatori di media montagna, guide mountain-bike, maestri di sci, assistenti equestri, istruttori di parapendio, etc.).
Insomma, un mercatino online di servizi di accompagnamento per gli appassionati delle attività all’aria aperta.

outnfun-logo

Prima del lancio ufficiale del sito web, in un certo senso, OutnFun era già operativo attraverso la presenza sui social e la possibilità di pre-iscriversi online. Come è stato recepito il lancio del progetto in questi mesi? Che tipo di risposta ha avuto, sia da parte dei professionisti che degli appassionati e sportivi?

Vero, il sito è il punto di arrivo di questa prima fase, in cui abbiamo iniziato a farci conoscere sul web e fuori. Devo dire che le risposte sono state positive su entrambi i fronti. La landing page che era attiva all’indirizzo dell’attuale sito ha ricevuto un buon afflusso di adesioni, soprattutto contando che ancora non avevamo alcun tipo di offerta concreta da presentare, ma era un’iscrizione sulla fiducia. Discorso analogo per Facebook dove la nostra pagina è riuscita da subito a ottenere un buon grado di engagement ed interesse.
Infine, anche off line, il riscontro è stato positivo, non solo da parte degli appassionati, che come noi sentono la necessità di trovare comodamente online un’ampia offerta di attività ed esperienze outdoor difficilmente rintracciabili altrimenti; ma gli stessi professionisti hanno accolto con entusiasmo l’iniziativa, che vedono come un’interessante vetrina per le loro attività.

 

Oltre alla presenza online, vi siete mossi quindi in altre direzioni…

Decisamente sì! I social sono importanti, ma non sono di certo il solo canale da attivare per un’iniziativa del genere. In primis abbiamo iniziato a sondare come poteva essere percepita da consumatori e professionisti, prima di tutto nella cerchia di amici.
Successivamente, indicativamente con l’inizio del 2017, una delle prime mosse è stata quella di compiere un breve tour delle Alpi per presentare il progetto ad una serie di guide alpine e maestri di sci, perché potessero capirlo a fondo e potessero date inputs – è importante avere un gruppo di persone motivate che continui ad usare la tua piattaforma anche nelle fasi in cui questa non performerà benissimo.

Abbiamo, ovviamente, anche iniziato a sondare il campo per quanto riguarda bandi e finanziatori; qui il processo è abbastanza lungo, ma diciamo che intanto abbiamo già attivato una serie di canali e speriamo di raccoglierne i frutti nei prossimi mesi.

Inoltre, abbiamo fatto domanda per uno spazio di co-working presso “Hub in Villa” di Formigine, ex Spazio Giovani di Villa Gandini, gentilemente messo a disposizione dal Comune stesso. Fortunatamente siamo stati selezionati come vincitori, e saremo all’inaugurazione dello spazio il 13 maggio alle ore 17.00.

Infine, il weekend del 24-26 Marzo, abbiamo partecipato al nostro primo evento come OutnFun, il Freeride Festival di Madesimo. È stata sicuramente un’esperienza molto positiva per presentarci ad un pubblico sportivo, così come per conoscere e prendere contatti anche con diversi marchi del settore per potenziali partnership – oltre ad essere stato un primo weekend di teambuilding per tutti noi!

Speriamo di poterne fare altri a breve.

 

 

Qual è stata la più grande difficoltà incontrata?

Onestamente, per il momento, non abbiamo trovato difficoltà enormi. Certo, ci sono stati rallentamenti e cambi di direzione nello sviluppo dell’idea, così come nella sua implementazione.

Forse, la difficoltà principale al momento è stata, ed è ancora, lavorarci sopra con costanza: siamo tutti e quattro lavoratori, con morose, mogli, bimbi piccoli e mille impegni… Devo dire che lavorare al progetto nel tempo libero, alla sera, e trovarsi una volta alla settimana, già provati dal lavoro, è un bell’impegno.

Ma, grazie alla motivazione ed il bello spirito che siamo riusciti a creare tra di noi, per il momento ce la stiamo cavando bene!

 

Cos’è cambiato con il lancio ufficiale del sito?

Che ora il gioco inizia a farsi serio davvero…

Ora un grosso impegno sarà rivolto al creare e alimentare un’offerta ampia e interessante lungo tutto lo stivale. Ergo: tutto quello che prima erano idee e ipotesi sulla creazione di questo mercato online, ora si concretizza e, talvolta, anche in un modo diverso da come lo avevamo immaginato. Questo vuol dire che bisogna essere flessibili e capaci di trovare soluzioni a problemi che non si erano pensati e, eventualmente, deviare dal percorso ideato, senza però perdere di vista l’obiettivo… a meno che non si scopra che questo era completamente irrealizzabile!

Come vedete il futuro?

Ovviamente roseo!

Da qui all’estate i numeri non faranno altro che crescere, troveremo investitori, e scaleremo in un batti baleno, conquistando l’Europa e poi il mondo!!!

Scherzi a parte… Per ora, facciamo un passo alla volta. I primi 6 mesi saranno sicuramente una fase importante in cui, da un lato ci auguriamo di avere una prima risposta dal mercato, in particolare in termini di interesse, e dall’altro vedremo anche la nostra capacità nel rispondervi.

Dopo questo primo traguardo, faremo un primo punto sulla situazione e vedremo cosa ci sarà da rivedere (perché c’è sempre qualcosa da rivedere dopo la fase di validazione) e come farlo.
Successivamente, integreremo il sistema di pagamento alla piattaforma: ed un’altra fase interessante avrà inizio!

Se nel mentre riusciremo a trovare dei finanziatori o dei soci, sicuramente le cose potrebbero cambiare e accelerare, almeno sul medio termine.

Poi… e poi si vedrà!

Articoli successivi
Articoli precedenti

COMMENTI

WORDPRESS: 0