Con la delegazione FAI di Modena alla scoperta dei gioielli della nostra provincia

Con la delegazione FAI di Modena alla scoperta dei gioielli della nostra provincia

In barca, a cavallo e in carrozza per le Giornate FAI di Primavera

SHARE:

Sabato 25 e domenica 26 marzo tornano le Giornate FAI di Primavera, giunte quest’anno alla venticinquesima edizione.

Come di consueto la Delegazione FAI di Modena ha allestito un ricco programma di aperture per (ri)scoprire alcuni dei gioielli della nostra meravigliosa provincia. In particolare nelle due giornate sarà possibile visitare l’itinerario della Riviera del Panaro, eccezionalmente in un breve tratto anche in barca su prenotazione, V Centro Allevamento Quadrupedi che fu del Ministero della Guerra e Palazzo di Portovecchio a San Martino Spino e, solamente il sabato, il Castello di Montegibbio e Villa Barbolini Cionini.

Castello di Montegibbio_1

La Delegazione FAI di Modena, il Gruppo FAI Bassa Modenese ed il Gruppo FAI Giovani invitano ad abbandonare per una volta la nostra città e ad intraprendere un viaggio nello spazio e nel tempo per conoscere storie e luoghi più o meno dimenticati e vivere esperienze indimenticabili, come un piccolo percorso sul fiume Panaro.

Villa Cionini Barbolini

Aperture esclusive ed imperdibili, non essendo normalmente accessibili al pubblico, anche l’ex V Centro Allevamento Quadrupedi a San Martino Spino, per gentile concessione dello Stato Maggiore dell’Esercito e di Villa Barbolini Cionini, di proprietà privata, a Montegibbio.

Ad accogliere ed accompagnare i visitatori, nelle vesti di Apprendisti Ciceroni, ci penseranno oltre 250 studenti di istituti superiori del territorio.

«La ricorrenza della XXV edizione delle Giornate FAI di Primavera è per noi molto importante», ha sottolineato nel corso della conferenza stampa Vittorio Cavani, Capo Delegazione del FAI di Modena. «Grazie all’aiuto di un vero e proprio esercito di volontari e studenti, sabato e domenica condurremo i visitatori in un grand tour della nostra bellissima e spesso sottovalutata provincia, dalla collina di Sassuolo fino alle valli mirandolesi».

 

 

L’itinerario della Riviera del Panaro e il Palazzo di Portovecchio saranno aperti sabato e domenica dalle ore 10 alle ore 17, con ingresso gratuito e contributo libero.
Il Castello di Montegibbio e Villa Barbolini Cionini saranno visitabili solamente sabato 25 marzo dalle ore 10 all ore 17, con ingresso gratuito e contributo libero, con prenotazione: tel. 373 7642601   |   delegazionefai.modena@fondoambiente.it   |   www.faiprenotazioni.it

Prenotazione obbligatoria nelle medesime modalità anche per la naviga zione lungo il fiume Panaro.
Contributo di 5 euro per la navigazione sul fiume Panaro.
All’ingresso di ogni sito saranno allestiti banchetti informativi sull’attività del FAI, dove sarà possibile iscriversi al FAI – Fondo Ambiente Italiano o fare una piccola donazione.

COMMENTS

WORDPRESS: 0